MANTOVA – Per valorizzare l’impegno delle imprese lombarde nella lotta e nella gestione della pandemia, l’assessorato allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, ha istituito un premio dal titolo ‘L’impresa oltre l’impresa’. I riconoscimenti sono stati consegnati oggi a Palazzo Lombardia dal presidente della Regione, Attilio Fontana, e dall’assessore allo Sviluppo economico, Guido Guidesi.

“Abbiamo premiato – ha spiegato il presidente Fontana – 20 modelli di eccellenza di aziende che, in diversi territori lombardi, si sono distinte con strategie innovative a favore dei propri dipendenti, clienti e fornitori per attivare un meccanismo virtuoso di promozione delle buone pratiche riproducibili. Attività – ha concluso Fontana – che le imprese hanno messo in atto prevalentemente durante tutto il periodo della pandemia da Covid”.

GUIDESI: UN GRAZIE A CHI CREA LAVORO – “È stato doveroso e lo è tutt’oggi ringraziare i medici, gli operatori sanitari i volontari, ma è arrivato anche il momento di ringraziare le nostre imprese e gli imprenditori. L’iniziativa di oggi vuole essere soprattutto il ringraziamento a chi crea lavoro. Alle tante aziende lombarde tra cui queste venti premiate che hanno fatto tanto per il nostro territorio, le Comunità, i loro dipendenti e per la loro stessa attività” ha detto l’assessore allo Sviluppo Economico Guido Guidesi introducendo l’evento. “Hanno aiutato anche a livello sociale la nostra Regione. Insieme a loro vogliamo passare dalla fase emergenziale alla fase strategica evidenziando gli esempi positivi che saranno riconosciuti con questi premi. Questo è il connubio tra pubblico e privato che resta la ‘ricetta’ vincente di Regione Lombardia e che lo sarà ancora nel futuro”.

LE AZIENDE PREMIATE

Per la provincia di Bergamo: Cooperativa Impegno Sociale di Almè e la Neodecortech spa di Filago.

Per la provincia di Brescia: Antares Vision spa di Travagliato, Acque Bresciane, CMC Industries di Cazzago San Martino, Feralpi Group spa di Lonato del Garda, L.M. Medical Division srl di Palazzolo sull’Oglio e Streparava spa di Adro.

Per la provincia di Cremona: Gruppo Arbra Service srl e il Gruppo Paolo Beltrami Costruzioni spa di Paderno Ponchielli.

Per la provincia di Mantova: Ciesse Paper di Borgo Virgilio.

Per la provincia di Milano: 2WS srl di Gorgonzola, Be Shaping The Future spa, Esselunga, Confinvest F.L. spa, Hi Future srl di Cologno Monzese, Nss Factory srls, Operari srl di Milano e Gruppo Terenzi srl di San Giuliano Milanese.

Per la provincia di Varese: il Gruppo Lu-Ve.

ECCO CHI E’ L’AZIENDA MANTOVANA PREMIATA

GRUPPO CIESSE PAPER, BORGO VIRGILIO – Il gruppo nasce nel 1987 come azienda di carta da imballo. Negli anni si specializza nella produzione di imballi per alimenti con forte focus alle tematiche di impatto ambientale, green, riciclo ed economia circolare, soprattutto con l’ingresso della terza generazione della famiglia Govi. Oggi l’impresa fornisce un servizio molto articolato che va dalla progettazione tecnica e grafica alla produzione e vendita di imballi per il settore ortofrutticolo e alimentare. Grazie a una grande attenzione alla ricerca e sviluppo Ciesse Paper ha realizzato la nuova vaschetta GreenPack. Greenpack è adatto a ogni alimento, resistente alle sostanze grasse e all’acqua, ecologico e completamente riciclabile. Questo prodotto è stato fondamentale durante la pandemia per garantire l’approvvigionamento alimentare mono-porzione indispensabile per la sicurezza dei consumatori. Ciesse Paper utilizza materia prima riciclabile e certificata ottenuta da foreste sostenibili e da scarti di lavorazione.

IL PROGETTO – L’azienda ha previsto per il 2020 un progetto di ottimizzazione sviluppato su due fronti. Un nuovo progetto infrastrutturale e nuovi investimenti in macchinari più innovativi che consentano di coniugare la soddisfazione del cliente con il rispetto dell’ambiente. Per questo è stata conseguita anche una nuova certificazione per aumentare il livello di sicurezza igienica degli imballaggi: la IFS PACK SECURE. In seconda battuta interventi importanti per garantire il benessere dei dipendenti con un’attenzione forte al welfare. Lo scoppio della pandemia non ha interrotto i progetti, anzi ha dato un ulteriore spinta alla volontà aziendale. Fin dalle prime fasi dell’emergenza infatti i titolari hanno affrontato con estrema determinazione la situazione con i dipendenti al loro fianco. L’azienda non ha mai chiuso e ha fatto fronte alle aumentate richieste di prodotto con senso di responsabilità, introducendo da subito tutte le garanzie per la sicurezza dei dipendenti, attivando procedure specifiche e assicurando gli opportuni strumenti di protezione individuale.
Dal punto di vista degli investimenti in macchinari, sono state inserite due unità non solo per soddisfare le maggiori necessità della produzione in linea con le richieste della filiera alimentare, ma anche per garantire ulteriore sicurezza e miglior flessibilità nell’organizzazione dei turni dei lavoratori. È stata sottoscritta una apposita polizza assicurativa a favore dei dipendenti che mai hanno abbandonato l’azienda (non c’è stato nessun contagio e nessun episodio di assenteismo) e che si sono sentiti così tutelati e protetti da voler ringraziare pubblicamente l’azienda scrivendo una lettera alla stampa locale.
La Ciesse Paper è la dimostrazione che le aziende non sono solo numeri ma anche passione, dedizione e coesione: gli operai sono in gran parte stranieri e si sono integrati perfettamente.